Non basta il mare

“Non basta il mare” è il secondo singolo estratto dall’album
autoprodotto degli Hyena Ridens “Cave Canem” (ottobre 2014); il video è stato girato dal giovane regista Stefano Romano, membro della crew degli Hyena. La Ghostrecord, etichetta della band, si occuperà della promozione del video tramite i suoi canali webtv.
Il video, che alterna scene della band e paesaggi urbani di Napoli estranei alla solita iconografia “cartolina”, vuole mostrare quelle cose che tutti i giorni vediamo ma non guardiamo, che passano non viste al nostro sguardo. Un’alternanza di scene ed immagini tra loro anche divergenti volte a mostrare i vari aspetti di Napoli, intrappolata nella dicotomia tra stereotipi da cartolina e cattiva informazione.

Ma “Non basta il mare” non è solo questo. “Non basta il mare” è un voler riportare l’attenzione delle persone sulla realtà che viviamo tutti i giorni, che non è quella “delle vetrine”, ma è quella della
convivenza tra bellezza e orrore nelle nostre strade, tra il grande calore dei napoletani e la freddezza che fin troppo spesso viene manifestata davanti ai mali che deturpano la nostra città e che minacciano le nostre stesse esistenze, come la camorra.
Nella canzone è ricordato Petru Birladeanu, musicista di strada ucciso da un proiettile vagante durante una sparatoria nella stazione di Montesanto, e morto sotto gli sguardi che non vedono, di tante persone